lunedì 29 luglio 2013

il mattinale   lunedì 29 luglio 2013


CONTRO L'ATTACCO ALLA CARTA
                                                                        
...e mica vi credevate voi che fosse proprio il movimento cinque stelle a sorreggere, in quasi solitudine, l'edificio costituzionale?


   
Giotto: Francesco d'Assisi sorregge la Chiesa

Luigi di Maio, 27enne deputato M5S, vicepresidente della Camera:

"Vedrete che il governo cadrà proprio sul decreto (anti) costituzionale.
Sono già spaccati sulle riforme. E ppoi tanta gente ancorqa non sa dell'attacco alla Carta. Ma ormai gran parte dei costituzionalisti, come Stefano Rodotà e Gustavo Zagrebelski, si è ribellata al disegno di legge dei partiti riuniti che vuole stravolgere l'articolo 138. Questo articolo, ultimo della costituzione, è importante quanto l'articolo 1, perché stabilisce come si cambia la Carta.  La carta è la casa di tutti e loro vogliono abbattere la porta. Stiamo pensando a un appello pubblico rivolto a tutti i cittadini. E poi terremo una manifestazione a Roma a settembre, nei giorni del voto sul ddl, a sei anni esatti dal primo V-day
In queste settimane potremo continuare con l'opera di informazione dei cittadini. In questo senso, l'appello del Fatto Quotidiano e le tante iniziative che stanno nascendo sono un apporto fondamentale

Contro i partiti che demoliscono l'Italia, e per salvare la repubblica costituzionale, prendi l'iniziativa, informati, aderisci, partecipa, convinciti, convinci, raccogli firme, firma: esprimi in pieno la tua cittadinanza in questa fondamentale battaglia civile.